Mattinata dedicata alla visita del borgo lacustre di Bolsena,  dove scopriremo le suggestive tradizioni legate alla Santa patrona Cristina (figlia dodicenne del prefetto Urbano, che governava il municipio romano di Volsinii, Bolsena, sotto l’impero di Diocleziano). Nella Cattedrale dedicata alla Santa Martire è ancora conservata la pietra che, invece di causarne l’affogamento, la aiutò a galleggiare evitandole così la morte, e sulla quale rimangono le impronte dei suoi piedi.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio trasferimento ad Orvieto, una delle città più antiche di Italia: deve le sue origini alla civiltà etrusca, i primi insediamenti risalenti al IX° secolo a.C. si localizzarono all’interno delle grotte tufacee ricavate nel massiccio su cui sorge attualmente la cittadina umbra. Forte della considerazione dello Stato Pontificio, Orvieto prosperò per tutto il Medioevo, raggiungendo l’apice dello sviluppo nel XIII° secolo con la costituzione del Consiglio generale dei 400 e l’elezione del Capitano del Popolo. E’ durante questo periodo che si ebbe un fervido lavoro di costruzione di palazzi ed edifici sacri tra cui spicca il celeberrimo Duomo, risalente al 1263, indubbiamente la testimonianza architettonica più importante della città, con la sua splendida facciata gotica e con la ricchezza delle decorazioni e delle cappelle interne.