Giorno 1 – ARRIVO – VITERBO –
Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere.
Andremo alla scoperta della bellissima città, definita da secoli la città dei Papi, in memoria del periodo in cui la sede papale vi fu trasferita, che ancora porta i segni di quel fasto, pur avendo origini più antiche risalenti al periodo degli Etruschi.
Potremo godere gli scorci più caratteristici dello splendido centro storico medievale che ospita aristocratici palazzi, eleganti fontane in peperino fontane, suggestivi quartieri medievali, torri slanciate, chiese e chiostri di varie epoche. Di particolare interesse l’imponente palazzo dei Papi, la cattedrale di San Lorenzo, la chiesa dedicata alla Santa Patrona Rosa ed il magnifico Palazzo dei Priori con le sue sale affrescate.
Pranzo in un ristorante tipico (a seconda dell’orario di arrivo a Viterbo).
Nel pomeriggio proseguiremo la passeggiata per la città e non mancherà l’occasione di fare un pò di shopping nelle vie del centro storico con i suoi eleganti negozi (sempre a seconda dell’orario di arrivo a Viterbo).
Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 2 – NEPI – CASTEL S. ELIA

MATTINA
Colazione in hotel e visita di Nepi, borgo di antiche origini situato su di un vasto promontorio tufo, ricordato per essere la città delle terme dei Gracchi, da cui sgorgano ancora ottime acque minerali. Luogo fortificato fin dall’antichità, nell’abitato, attraversato dall’antica via Amerina, si riscontrano tracce di mura etrusche, medievali e rinascimentali e domina il castello Borgia. Edificato su strutture che risalgono, nella fase più antica, all’età romana, fra il 1479 ed il 1483 venne fatto ampliare dal cardinale Rodrigo Borgia il quale, divenuto papa, lo donò alla figlia Lucrezia.
Non lontano da Nepi, in posizione dominante nella suggestiva quanto misteriosa valle Suppentonia e collocato tra due delle più importanti vie consolari, la Cassia e la Flaminia, sorge Castel Sant’Elia, paese ricco di storia situato all’interno dell’antica regione Falisca. Nella sua parte più antica si trova ai margini di una rupe la maestosa Basilica di Sant’Elia ricostruita nell’XI secolo secondo lo schema tradizionale delle basiliche paleocristiane in puro stile romanico, sul quale si innestano elementi di origine lombarda. Monumento nazionale che, secondo un’antica tradizione, sorge nel luogo dove l’imperatore Nerone fece innalzare un Tempio a Diana Cacciatrice.
Pranzo in un ristorante tipico. 

POMERIGGIO

Caprarola, borgo edificato sopra uno sperone a più di cinquecento metri il livello del mare, presenta una peculiare struttura urbanistica basata su un impianto viario orientato lungo l’asse dell’antica “Via dritta”, la maggiore via cittadina, culminante nel piazzale antistante lo splendido Palazzo Farnese, maestosa residenza dell’omonima famiglia la cui costruzione, su progetto di Antonio da Sangallo, venne affidata al Vignola a partire dal terzo decennio del Cinquecento.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 3 – TUSCANIA –

Colazione in hotel e mattinata dedicata alla scoperta di Tuscania, cittadina dal fascino unico che si erge su una collina, in posizione dominante sulla vallata sottostante. La sua storia lunga secoli è leggibile nelle numerose tombe etrusche e romane che si trovano nel suo territorio, inoltre è ricca di edifici sacri risalenti al periodo romanico di particolare rilevanza e bellezza, tra le quali le imponenti chiese di San Pietro e Santa Maria Maggiore che andremo a visitare.
Pranzo in agriturismo.

Fine dei nostri servizi.

Quotazione su richiesta per piccoli e grandi gruppi, contattateci per un preventivo.

[Not a valid template]